Amman è la Capitale della Giordania: la cittadina è la più popolosa del Paese – con quasi 5 milioni di abitanti – e si erge su 14 colli dai quali ammirare il vasto dedalo di strade, negozi e siti turistici che attirano migliaia di visitatori ogni anno.

David Bjorgen / CC BY-SA

Il fascino storico e archeologico si confonde con il calore e la cordialità della gente, con il mix di culture che cercano ogni giorno di convivere pacificamente e con la varietà di paesaggi che dal bianco delle case si trasforma in un labirinto colorato di strade e vicoli.

Odori, voci e rumori della metropoli fanno da sottofondo ad alcune destinazioni imperdibili per ogni turista che decide di passare anche solo pochi giorni in Giordania.

Una Capitale divisa in due: la parte occidentale è ormai sede di ampie aree residenziali, la zona orientale è più conservatrice e meno moderna, delimitata dagli alti palazzi periferici.

La Cittadella

Lo stile cittadino è ampiamente contaminato dal gusto romanico, il cui lascito bizantino può ancora essere ammirato dalla Cittadella. La collina di Jebel al Qala’s ospita i resti dell’imponente anfiteatro da cui osservare lo skyline metropolitano a 360 gradi: la commistione di culture viene immediatamente rivelata dalle colonne all’ingresso del sito indicanti le varie civilizzazioni. Le influenze dei Nabatei, degli Egizi, dei Romani, dei Bizantini e degli Omayyadi lasciano spazio al dominio degli Ottomani che si stabilirono ad Amman durante il lungo corso storico che portò al riconoscimento dell’indipendenza giordana.

Amman Citadel

David Bjorgen / CC BY-SA

La Cittadella rappresenta una finestra privilegiata da cui ammirare il passato di un popolo che ha lungamente lottato per la valorizzazione della sua nazionalità. Sebbene gli scavi archeologici degli anni 20 del Novecento abbiano permesso un accesso inedito all’ampio spettro archeologico della location, è anche vero che la maggior parte del sito rimane ad oggi non studiato nella sua interezza. Il cuore della Filadelfia giordana – così denominata dal faraone Tolomeo II – permette di godere di alcuni luoghi di interesse imperdibili per il visitatore:

  • Il tempio di Ercole: risalente al II secolo d.C. Sebbene l’attribuzione alla divinità sia ancora dubbia, ad Amman sono state trovate molte monete con l’effigie di Ercole che lasciano immaginare la forte carica votiva della popolazione nei confronti del dio.
  • Il Museo Archeologico: un must-visit per i turisti interessati ai reperti archeologici giordani.
  • Il Complesso di Ommayadi: il sito include i resti di una moschea e di un palazzo civile probabilmente adibito a residenza privata del re di Amman.

Informazioni utili

Visualizza posizione su Google Maps

Orari: (da Novembre ad Aprile) 8:00 am – 4:00 pm
(Estate) 8:00 am – 6:30 pm
(Aprile-Maggio) 8:00 am – 5:30 pm
(Ramadan) 8:00 am – 3:30 pm

Prezzo: 3 JOD (gratis con Jordan Pass)

Il Teatro Romano

Le tracce del passato storico di Amman possono essere ammirate mediante una visita al Teatro Romano: 6000 posti a sedere organizzati in tre differenti settori destinati alle tre classi sociali che animavano la cultura popolare locale (nobili, militari e plebe.) Esempio architettonico senza precedenti, il teatro venne eretto tra il 138 e il 161 a.C. dall’allora imperatore Antonino Pio.

Roman theater in Amman, Jordan1

Diego Delso / CC BY-SA

La destinazione permette di conoscere la cultura tradizionale giordana mediante due musei posti presso l’ingresso del sito: il Museo del Folklore e il Museo delle Tradizioni Popolari, che ospita una saletta inedita in cui sono contenuti alcuni mosaici rinvenuti localmente. Maschere, abiti e gioielli attestano la vivacità di una cultura in cui l’opera artistica viene concepita come momento catartico e sociale, affettivo e festivo. L’ingresso alle due mostre permanenti è incluso nel biglietto del Teatro.

Informazioni utili

Visualizza posizione su Google Maps

Orari: (da Novembre ad Aprile) 8:00 am – 4:00 pm
(Estate) 8:00 am – 6:30 pm
(Aprile-Maggio) 8:00 am – 5:30 pm
(Ramadan) 8:00 am – 3:30 pm

Prezzo: 2 JOD (gratis con Jordan Pass)

I Souk (i Mercati)

I Souk sono i mercati locali di Amman: un ricco susseguirsi di bancarelle in cui trovare articoli di ogni tipo, dai prodotti alimentari coltivati localmente agli indumenti, passando per souvenirs e oggettistica di vario genere. Tra le zone più note turisticamente è bene ricordare Amman Downtown – il cuore della cittadina – in cui la presenza dei Souk è diventata nel tempo una vera e propria attrazione turistica.

PS-Amman 6501

Pir6mon / CC BY-SA

Il profumo del tè e delle spezie – con cui vengono insaporiti piatti e dolci tradizionali – si mescola sapientemente al viavai di locali che quotidianamente cerca di portarsi a casa un’offerta particolarmente vantaggiosa. I mercati sono il luogo della contrattazione: cercare di abbassare il prezzo di un oggetto che ti sta particolarmente a cuore è un’esperienza che ogni visitatore dovrebbe fare almeno una volta nel corso del viaggio, così da calarsi appieno nello stile di vita giordano.

Tra i Souk da visitare c’è il el-Joma’a, il mercato del venerdì: paradiso per gli amanti del vintage e del gusto etnico, esso è il cuore di una Capitale da respirare direttamente on-the-road.

Rainbow Street

Rainbow Street è la più popolare e affollata via del centro di Amman; le vetrine di ristoranti, caffetterie e pasticcerie lasciano spazio agli store più lussuosi in cui fare shopping sfrenato alla scoperta del tipico gusto giordano. Il tratto di strada pedonale è uno dei pochi in cui camminare tranquillamente senza il timore di essere risucchiati dal traffico insistente della Capitale giordana.

RainbowStreet

Ldud at English Wikipedia / Public domain

Posta nel cuore pulsante del quartiere Lweibdeh, Rainbow Street si trova accanto ad alcuni siti turistici assolutamente imperdibili: il Teatro Romano, il centro di Al Balad e le rovine della Cittadella. Scendere verso downtown consente di riposarsi tra le ricche proposte di Amman: shopping, buon cibo e tutta la night life giordana da vivere in una serata indimenticabile sotto il cielo stellato della Capitale.

Giunti al termine del tratto pedonale, infine, non resta altro da fare che ammirare il panorama mozzafiato dalla terrazza su due livelli di Cantaloupe: la vista merita almeno uno scatto (e magari un drink sorseggiato insieme a qualche prelibatezza locale!)

Informazioni utili

Visualizza posizione su Google Maps

Moschea King Abdullah I

La moschea del re Abdullah I risale agli anni 80 del secolo scorso; imponente e massiccia, essa è il luogo sacro più importante e popolare di tutto il Paese. La sua cupola di mosaico blu può ospitare 3.000 musulmani in preghiera e permette qualche scatto anche ai turisti interessati a vivere un’esperienza locale a contatto con la vita religiosa in Giordania. In caso il visitatore non sia provvisto di un abito adeguato, verranno forniti lunghi mantelli con cappuccio direttamente all’ingresso del sito, così da rispettare la carica votiva che si respira all’interno della moschea.

Amman BW 29

Berthold Werner / CC BY

Informazioni utili

Visualizza posizione su Google Maps

Orari: da Sabato a Giovedi 8:00-11:00 e 12:30-14:00

Prezzo: 2 JOD