La Giordania consente di cambiare la valuta con estrema semplicità su tutto il territorio nazionale, in particolar modo presso hotel, siti turistici e destinazioni note per il flusso di visitatori americani, britannici ed europei. Euro, dollaro e sterlina sono accettati nella maggior parte dei ristoranti o degli store cittadini. In ogni caso, qualora si volesse usare la valuta locale, è bene tenere a mente che il tasso è di circa 1 Dinaro per 1,33 Euro (Maggio 2020).

Per quanto concerne la valuta sono sempre più consigliati i change offices che sono ovunque e applicano un tasso di cambio molto conveniente.

I valori di cambio presso le banche sono certamente più vantaggiosi di quelli dei comuni ATM sebbene la differenza sia trascurabile per cifre non particolarmente elevate. Le strutture ricettive sono provviste nella maggioranza dei casi dei cambiavalute, ma i tassi sono abbastanza svantaggiosi. In alternativa, ci sono piccole filiali bancarie negli aeroporti o nei punti di frontiera di maggior traffico internazionale.

Makeandtoss [CC0]

Al momento della partenza è importante tenere a mente che non tutte le carte di credito e i bancomat vengono accettati. I negozi locali o i ristoranti tipici poco frequentati dai turisti potrebbero essere abilitati al solo pagamento in contanti: per questo motivo, il consiglio è quello di viaggiare sempre con una cifra in contanti da impiegare per piccoli acquisti o per un pranzo veloce alla scoperta della cucina locale.

Anche per i taxi è necessario il pagamento in contanti.

Tra gli accorgimenti da non dimenticare, è bene ricordare:

  • Avvisare la banca in questione che la carta di credito verrà impiegata per pagamenti esteri.
  • Avere sempre a portata di mano una cifra in contanti.

La commissione per prelevare presso i bancomat cambia a seconda della propria banca e del circuito della propria carta. Inoltre i bancomat in Giordania applicano una spesa fissa di 3,50 dinar, che possono arrivare a 6 dinari (negli aeroporti) per ogni transazione.

I circuiti popolari – tra cui MasterCard e VISA – sono certamente i più semplici e convenienti da usare una volta giunti nel Paese. In caso di una banca associata a Maestro, invece, il consiglio è di contattare il servizio di assistenza per ricevere tutte le informazioni in merito. Altre carte come Cirrus e Plus sono accettate da un numero sempre crescente di bancomat e sono diventate compatibili solo recentemente con quelli della Jordan National Bank e della HSBC.

Per quanti volessero impiegare esclusivamente la moneta tipica giordana, è bene sapere che i dinari (JOD) sono suddivisi in tagli di 10 dirham, 100 qirsh (o piastre) e 1000 fils. La valuta locale ha un potere di acquisto abbastanza elevato: di conseguenza, il viaggiatore medio non dovrebbe aspettarsi di risparmiare considerevolmente per un pasto completo o per una struttura ricettiva collocata nelle principali zone centrali. Dal momento che il Paese riesce a potenziare la sua economia mediante il turismo – una fonte di reddito importantissima per la Giordania, è naturale che i prezzi non siano inferiori se paragonati a quelli italiani.