La mobilità in Giordania è garantita da una rete di trasporto pubblico da e per le principali destinazioni turistiche. I voli nazionali sono esclusivamente tra Amman e Aqaba, in quanto il Paese vanta una distanza da Nord a Sud di appena 450 chilometri circa. Di conseguenza, i minibus e i bus pubblici rappresentano la soluzione ideale per i locali e per i viaggiatori che vogliono entrare in contatto con gli spostamenti preferiti dalla gente del posto.

Non essendoci molte fermate nel corso delle tratte urbane è spesso necessario aspettare che il mezzo di trasporto sia pieno: partire dal capolinea è l’unico modo con cui trovare un posto a sedere e arrivare in prima possibile a destinazione, sebbene si potrebbe essere costretti ad attendere per più di un’ora prima che tutti i passeggeri siano a bordo. I biglietti per il trasporto pubblico si acquistano in genere direttamente presso l’autista del mezzo.

High Contrast [CC BY 3.0 DE]

Discorso differente concerne gli autobus privati: in questo caso è necessario contattare l’apposito ufficio presente presso il luogo di partenza (meglio acquistare i tickets un giorno prima per evitare tratte sold out) e mostrare il biglietto all’autista prima di salire sul mezzo. Le compagnie preferite dai viaggiatori permettono di coprire ogni angolo del Paese:

  • JETT collega Al-Malek al-Hussein St, Shmeisani; da Amman a Aqaba;
  • Hijazi va da Amman a Irbid;
  • Trust International Transport collega Aqaba ad Amman.

I bus privati sono certamente più affidabili, rapidi e veloci di quelli pubblici. Nel primo caso il turista potrà contare su un servizio di Customer Care in inglese e una vasta gamma di orari giornalieri con cui muoversi sul territorio. Per quanto riguarda la seconda opzione, di contro, è bene tenere a mente che non esistono timetable per pianificare i propri spostamenti, che le fermate sono spesso molto caotiche. Le due città più popolose, Amman e Irbid, permettono di usufruire di una rete di trasporti funzionale ed economica. Per quanto riguarda i trasferimenti extraurbani, invece, è consigliabile optare per un viaggio privato.

Alcune zone della Giordania sono completamente isolate. Nella periferia dei centri metropolitani più frequentati, infatti, non è possibile trovare un servizio di trasporto pubblico, né tantomeno una copertura privata che porti i viaggiatori a destinazione. Per questo motivo il consiglio è di noleggiare un mezzo con cui terminare i tour turistici in maniera autonoma e indipendente. I viaggiatori italiani possono contare su una buona notizia: non è necessario richiedere una patente internazionale per noleggiare un’auto (ma è consigliabile farla per tutelarsi in caso di incidenti) e circolare sul territorio giordano. E’ richiesta invece se si attraversano i confini o si arriva in Giordania con la propria autovettura.

Per entrare nel Paese con un’auto italiana è importante avere a portata di mano:

  • un’assicurazione di viaggio;
  • i documenti di registrazione del veicolo emessi dalla compagnia;
  • un Carnet de passage en douane’, meglio conosciuto come un passaporto per il veicolo.
  • un’assicurazione locale aggiuntiva di JD35, più una tassa di JD5 per la registrazione di un’auto straniera da pagare direttamente al confine (terminal di Nuweiba)

Il noleggio automobilistico sul territorio giordano può essere costoso. Le agenzie private impongono una tariffa media di 25 euro al giorno per la sola vettura, senza considerare il costo di un litro di benzina che si aggira attorno a a 0,75 dinari (90 ottani) e 1 dinaro (95 ottani). Tra le compagnie più apprezzate dai viaggiatori, è bene citare:

  • Hertz;
  • Budget;
  • Avis;
  • National Car Rental;
  • Eagle Rent-a-Car
  • Dollar/Thrifty

Le tariffe possono essere controllate in anteprima presso i siti web ufficiali degli autonoleggi.

Per i turisti interessati a uno spostamento di lusso e altamente confortevole è possibile optare per il servizio offerto dai driver privati. Prenotare una vettura con conducente permette di evitare le difficoltà di guida nel traffico spesso caotico delle grandi città, senza dimenticare la selezione di itinerari consigliati in maniera ad hoc dai driver turistici locali. Sebbene le tariffe siano molto elevate, è ragionevole prendere in considerazione questa alternativa se si viaggia in un gruppo numeroso – che possa dividere il costo – o se si ha poco tempo a disposizione per visitare una vasta gamma di destinazioni. TourDrivers mette a disposizione del turista un ampio range di proposte, con possibilità di richiedere un preventivo direttamente online.

Noleggia la tua auto con Rentalcars.com